03 agosto 2022

Come diventare Lobbista

Fabio Bistoncini risponde alla rubrica "Come diventare un Lobbista"

Come diventare Lobbista?

Non c’è un modo unico per diventare “lobbista”, in quanto ognuno di noi può trovarsi a rappresentare, di volta in volta, diversi interessi particolari o diffusi durante la sua vita. Per essere un professionista a tutto tondo nel settore, però, è comunque consigliabile optare per un percorso di formazione specifico, tra cui ricade a pieno titolo il master della vostra scuola.

Quali sono le principali mansioni di un Lobbista e quali competenze sono necessarie per ricoprire questo ruolo?

Il lobbista ideale potrebbe essere immaginato come una sorta di “pentatleta”, dotato di competenze diverse e che possano mutare con l’evolversi dell’arena di policy. Un professionista smart, capace di interpretare i trend della decisione pubblica e di intercettare minacce e opportunità sin da subito. Certo, vista la specificità e tecnicità dei temi trattati di solito, è sempre consigliabile una solida base giuridica e politologica, ma è anche necessario conoscere bene i meccanismi della comunicazione, della persuasione e della generazione del consenso.

Dove può lavorare un Lobbista? In quali settori o contesti?

Il lobbista può lavorare “per” qualsiasi settore dell’economia o in qualsiasi contesto decisionale, purché ci siano un interesse da tutelare e un decisore da persuadere.

Quali sono i nuovi trend del settore?

All’inizio, il settore era molto focalizzato sulla relazione one to one, mentre oggi è sicuramente utile interpretare i percorsi di costruzione del consenso intorno alle diverse issue in contesti più ampi.

A chi e perché consiglierebbe di frequentare un Master in Corporate Communication, Lobbying & Public Affairs? Qual è il valore aggiunto di questo Master e perché sceglierlo?

Non c’è una laurea specifica per accedere a questo mondo, perché – come detto – sono diverse le competenze richieste al lobbista “ideale”. Certamente, è necessaria una grande passione per la politica, intesa sia nel senso più nobile del termine, che in quello più “basso”, quel c.d. “teatrino”, sempre così appassionante, cui assistiamo quotidianamente. Inoltre, sono necessarie diverse soft skills, quali la capacità di sviluppare costantemente il proprio network, la rapidità di pensiero e azione, l’intuito spiccato in relazione al palesarsi di minacce e opportunità nell’arena di policy, nonché, infine il possesso doti di persuasione e public speaking. Questo corso, chiaramente, può aiutare i suoi studenti a sviluppare tali competenze.

Fabio Bistoncini, President & Founder di FB & Associati, è docente al Master Corporate Communication, Lobbying & Public Affairs in partenza il prossimo 17 ottobre.



Leggi di più

Altre news che potrebbero interessarti